World Sporting Academy Sport Science School
Annuncio Pubblicitario
mercoledý 15 luglio 2020
Abbiamo 1 visitatore online
Ginnastica
 ginnastica-artistica.jpg

 Artistica Femminile

 ginnastica-artistica maschile.jpg

 Artistica Maschile

 ginnastica-ritmica sportiva.jpg

 Ritmica Sportiva

 ginnastica-aerobica sportiva.jpg

 Aerobica Sportiva

 topolino.gif
 Ginnastica per Tutti
 
Affiliato
logo_fijlkam
 logofipe
 
fgi.jpg
 
coni.gif
 
logo_acsi
 csen-logo
 
Sport Science School
 scienze_motorie_l_aquila
 Scienze Motorie l'Aquila
Web Link
Web link
Cos'Ŕ la Danza?
Scritto da Jean Carlo Mattoni   
lunedý 16 gennaio 2006

danzatori russi 3.bmp
Cos'è la Danza?

La Danza costituisce un tipo di linguaggio particolare, perché non usa la parola come la poesia, né il suono come la musica, né tele o colori, creta o marmo come la pittura e la scultura. In un cero senso, essa è l'arte più essenziale, più "povera" di tutte, perché si esprime esclusivamente mediante il gesto del corpo. La danza è dunque un linguaggio cinesico, "movimento ritmico in una successione spazio-temporale" (C. Sachs, 1966). L'uomo ha cercato, sin dai tempi preistorici, di fissare le immagini sia attraverso la rappresentazione figurativa, pitture e incisioni presenti nelle grotte, sia attraverso la descrizione verbale. La danza si è sviluppata storicamente come una disciplina essenzialmente di tradizione "orale", basata "necessariamente" sull'apprendimento diretto delle sue tecniche e dei suoi principi, sulla trasmissione generazionale dei modi, dello stile, dei passi e delle forme e sulla memorizzazione del repertorio coreografico. Per millenni l'assenza di una precisa tradizione scritta e di strumenti adeguati per registrare il movimento, non ha permesso il costituirsi di un archivio di documenti, paragonabile a quella delle altre arti, cui lo storico della danza possa far riferimento. I documenti con i quali fino all'inizio di questo secolo è stato possibile fare una storia della danza, non hanno caratteristiche cinetiche, ma sono figurativi o letterari, i quali, anche se integrati tra di loro, mancano sempre dell'elemento specifico della danza, la percezione visiva dell'azione nella sua globalità. La danza rivaluta il corpo in funzione espressivo-comunicativa, un corpo esteticamente bello, ma anche significante. "La mimica - intesa quale muta espressione del volto - e il gesto, come significati puri dell'azione in atto, vengono assunti nel laboratorio della danza". (Cirillo S., 1981). Tutto l'uomo deve danzare e lo strumento della danza è appunto questa totalità, questa sintesi di ogni possibile parte dell'uomo, eccezion fatta per la voce. Lo strumento principale del danzatore è la sua forza di comunicazione corporea, la sua "empatia" cinesica. Per il danzatore lo spazio è azione. Il senso dello spazio si unisce così strettamente al senso del tempo, che per la danza si deve parlare di un'unica categoria percettiva. Nella danza, si agisce in uno spazio che non è individuale, né è la somma degli spazi individuali dei partecipanti, ma è uno spazio sociale, creato dall'accordo perfetto tra i singoli movimenti, in senso tecnico, ma soprattutto in senso espressivo-comunicativo. (Vignoli S., 1971) Gli antichi hanno fatto della danza un'arte di ispirazione divina e di elevazione morale e civile; ma in ogni tempo, tutti i popoli l'anno fatta elemento fondamentale della propria cultura. La danza è l'arte universale e naturale per eccellenza e, come tale, sta all'origine di tutte le arti ch'essa contiene potenzialmente; la musica, la poesia, la pantomima e, in quanto ornamento intrinseco al danzatore, la pittura. Per Jousse il linguaggio mimico-gestuale è anteriore al linguaggio parlato e la danza testimonia i tempi in cui gli uomini si servivano di tutto il corpo per esprimersi. K. Bucher ha invece trasferito l'origine della danza dal gioco al lavoro collettivo, il quale esigendo una metodica regolarità, genera il ritmo e quindi i liberi movimenti orchestici, più o meno piacevoli e controllati. Per Noverre "L'azione in materia di danza è l'arte di esprimere attraverso movimenti, gesti, fisionomie, i nostri sentimenti e le nostre passioni nell'anima degli spettatori. L'azione non è dunque altra cosa che la pantomima. Tutto deve descrivere, tutto deve parlare nel danzatore; ogni gesto, ogni atteggiamento, ogni port de bras - movimento delle braccia - deve avere un'espressione differente; la vera pantomima, in ogni genere, segue la natura in tutte le sue sfumature". (Noverre J. G., 1980)
Commenti
Cerca
Solo gli utenti registrati possono inviare commenti!

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

Ultimo aggiornamento ( mercoledý 03 maggio 2006 )
 
Summer Gym Camps Academy 2020
summer_gym_camp
Summer Gym Camps Academy 2020
Ginnaste - Vite Parallele
 ginnaste_vite_parallele



Danza e Arti Marziali
 danza.jpg

Danza e Arti di
Espressione Corporea

 aikibudo.jpg

 Aikibudo

 karate.jpg

 Karate

 difesa.jpg

 Difesa Personale

ed inoltre

Educazione Motoria
e Psicomotricità


Ginnastica Medica
e Riabilitativa


Trampolino Elastico

Sport Acrobatici

Parkour

Arti Marziali

Pesistica
e Cultura Fisica


Salute e Fitness

Avant Garde du Mans
 agm_logo
 Avant Garde du Mans
Nihon Koryu Bujutsu Renmei
nihonkoryubujutsurenmei  
Wado-ryu Jujutsu Kenpo
 wado.gif
Club GimnÓstic Osona
 club_gimnstic_osona_-_logo
NonSoloFitness
nonsolofitness
Menu principale
Home
 
P.I. e C.F. 01708370448
via Gianna Manzini, 2
63074 San Benedetto del Tr. (AP)
(C) 2020 World Sporting Academy Sport Science School