World Sporting Academy Sport Science School
Annuncio Pubblicitario
sabato 18 novembre 2017
Ginnastica
 ginnastica-artistica.jpg

 Artistica Femminile

 ginnastica-artistica maschile.jpg

 Artistica Maschile

 ginnastica-ritmica sportiva.jpg

 Ritmica Sportiva

 ginnastica-aerobica sportiva.jpg

 Aerobica Sportiva

 topolino.gif
 Ginnastica per Tutti
 
Affiliato
logo_fijlkam
 logofipe
 
fgi.jpg
 
coni.gif
 
logo_acsi
 csen-logo
 
Sport Science School
 scienze_motorie_l_aquila
 Scienze Motorie l'Aquila
Web Link
Web link
Statuto Sociale
Scritto da Jean Carlo Mattoni   
venerdě 13 gennaio 2006
STATUTO SOCIALE
Associazione Sportiva Dilettantistica
WORLD SPORTING ACADEMY

Art. 1 - FINALITA ’
E’ costituita con durata illimitata, a carattere apolitico e aconfessionale, una Associazione Sportiva non riconosciuta denominata “Associazione Sportiva Dilettantistica WORLD SPORTING ACADEMY”. La denominazione sociale, può essere integrata e/o modificata con altre espressioni con delibera del Consiglio Direttivo. L’Associazione non ha scopo di lucro e nell’intento di assicurare ai Soci, tramite la gestione associata, le migliori condizioni di vita sotto l’aspetto economico, sociale e sportivo, concorrendo allo sviluppo integrale della persona, ha per fine:
a) la divulgazione, la promozione, la pratica e l’incremento delle discipline e delle attività sportive dilettantistiche in genere - Polisportiva - nel quadro, con le finalità e con l’osservanza delle norme e delle direttive della Federazione Sportiva Nazionale, e/o rispettive Federazioni Sportive Nazionali (F.S.N.), di appartenenza, riconoscendo nel Comitato Olimpico Nazionale Italiano (C.O.N.I.) nonché gli Enti ad esso collegati, gli unici soggetti legittimati ad operare in tale direzione;
b) lo sviluppo e la diffusione della pratica delle discipline e delle attività sportive dilettantistiche in genere, motorie, ginniche, di muscolazione e formazione fisica, nonché favorirne l’informazione e lo sviluppo anche mediante la realizzazione e/o la gestione dei relativi impianti sportivi;
c) la promozione, la formazione, la preparazione e la gestione di atleti e di squadre di ginnastica, arti marziali nelle sue diverse specialità e di ogni altra disciplina e attività sportiva e dilettantistica in genere, per la partecipazione alle gare sportive;
d) l’attività didattica per l’avvio, l’aggiornamento e perfezionamento nell’attività sportiva;
e) l’organizzazione di corsi e di manifestazioni sportive di ginnastica, arti marziali e di tutte le altre discipline e attività sportive dilettantistiche in genere, agonistiche e non, di spettacoli teatrali, musicali, di danza e arti di espressione corporea, di animazione e cinematografici, di mostre, di servizi socio - sportivi, sia in ambienti pubblici che privati, sia all’aperto che al coperto, presso impianti, palestre e centri sportivi, scuole ed enti pubblici e privati;
f) ogni iniziativa idonea a favorire l’attività motoria, ginnica, sportiva dilettantistica in genere, agonistica, scientifica, educativa, artistica, culturale, turistica, ricreativa e del tempo libero, tra gli associati;
g) la realizzazione, promozione e gestione di scuole e centri educativi, formativi e sportivi specializzati per i portatori di handicap sensoriali, motori, psichici e relazionali;
h) l’esercizio di tutte quelle altre funzioni che venissero demandate all’Associazione in virtù di regolamenti e disposizioni delle competenti autorità o per deliberazione della stessa.
L’Associazione potrà perciò organizzare scuole, corsi, manifestazioni e servizi socio-sportivi inerenti agli scopi sociali, gestire centri sportivi, palestre, impianti sportivi, incontri, feste e tutto ciò che si possa ritenere utile e/o necessario al conseguimento degli scopi sociali.
L’Associazione potrà costruire e realizzare propri centri ed impianti sportivi ed acquistare le attrezzature atte al conseguimento degli scopi sociali; a tal fine essa potrà svolgere qualunque altra attività connessa e/o affine a quelle sopra elencate, nonché compiere tutti gli atti e concludere tutte le operazioni contrattuali di natura immobiliare, mobiliare, industriale e finanziarie, necessarie e/o utili alla realizzazione degli scopi sociali e comunque sia direttamente che indirettamente attinenti ai medesimi, ed in particolare quelle relative alla costruzione, l’ampliamento, l’attrezzamento ed il miglioramento di impianti sportivi, ivi compresa l’acquisizione delle relative aree, nonché l’acquisto di immobili da destinare ad attività sportive.
L’Associazione, per il conseguimento dei fini sociali, nel caso in cui la complessità, l’entità nonché la specificità dell’attività richiesta non possa essere assolta dai propri aderenti, potrà assumere lavoratori dipendenti o avvalersi di prestazioni di lavoro autonomo.
L’Associazione potrà, inoltre, promuovere e pubblicizzare la sua attività e la sua immagine utilizzando modelli, disegni ed emblemi, direttamente o a mezzo terzi.
L’Associazione, al fine di rendere maggiormente confortevole lo svolgimento dell’attività sociale, istituirà tutti i servizi connessi a ciò idonei.
L’Associazione non può svolgere attività diverse da quelle sopraindicate ad eccezione di quelle ad esse direttamente connesse o di quelle accessorie per natura a quelle statutarie, in quanto integrative delle stesse.
L’Associazione, pertanto, è affiliata per la ginnastica, le arti marziali e tutte le altre discipline e attività sportive dilettantistiche in genere alle rispettive Federazioni Sportive Nazionali (F.S.N.) di appartenenza delle quali esplicitamente accetta ed applica Statuti e Regolamenti, si impegna ad adempiere a tutti gli obblighi di tutela sanitaria aderendo incondizionatamente fra l'altro alle Norme Sportive Antidoping del Comitato Olimpico Nazionale Italiano (C.O.N.I.), delle Federazioni Sportive Nazionali (F.S.N.) e degli Enti ad essi collegati, recependo ed attuando tutte le misure di prevenzione e repressione dell’uso di sostanze e di metodi che alterano le naturali prestazioni fisiche degli atleti nelle attività ginnastiche, marziali e in tutte le altre discipline e attività sportive dilettantistiche in genere, in conformità a quanto stabilito dagli organi competenti come disposto dall’art. 06 della Legge 14 dicembre 2000, n. 376 - “Disciplina della tutela sanitaria delle attività sportive e della lotta contro il doping” e sue eventuali modificazioni, prevedendo e applicando in particolare tutte le sanzioni e le procedure disciplinari stabilite dallo stesso Comitato Olimpico Nazionale Italiano (C.O.N.I.), dalle Federazioni Sportive Nazionali (F.S.N.) e dagli Enti ad essi collegati nei confronti dei propri associati in caso di doping o di rifiuto di sottoporsi ai controlli, così come si impegna ad adempiere altresì a tutti gli obblighi ed anche di carattere economico, nei confronti delle stesse, secondo le norme vigenti e le disposizioni emanate dai competenti organi federali.
Si impegna, altresì, a conformarsi alle norme ed alle direttive emanate dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano (C.O.N.I.) nonché dagli Enti ad esso collegati.
I colori sociali sono Bianco, Rosso e Blu.
L’emblema dell’Associazione è rappresentato da una colomba le cui ali circoscrivono un rombo costituito dalla giustapposizione di 4 (quattro) rombi più piccoli.
L’Associazione ha sede legale in San Benedetto del Tronto, Via Gianna Manzini n. 2 con palestra e/o palestre in luogo diverso dalla sede legale.
Il Consiglio Direttivo può stabilire nuove sedi, succursali e/o uffici operativi su tutto il territorio nazionale.

Art. 2 - SOCI
L’Associazione è composta da Soci:
a) FONDATORI;
b) EFFETTIVI;
c) ATLETI.
I SOCI FONDATORI sono coloro che partecipano alla costituzione dell’originario fondo di dotazione dell’Associazione. La qualifica di Socio fondatore non attribuisce diritti e/o doveri diversi da quelli attribuiti ai Soci Effettivi.
I SOCI EFFETTIVI sono coloro che, maggiorenni, previa domanda di appartenenza all’Associazione, sono ammessi e versano la quota sociale secondo le modalità annualmente stabilite dal Consiglio Direttivo. La domanda deve essere redatta su apposito modulo e sottoscritta come presentazione anche da un Socio effettivo.
I SOCI ATLETI sono coloro che, in possesso della tessera federale, svolgono attività agonistica in favore dell’Associazione. I Soci Atleti potranno godere di particolare assistenza da parte dell’Associazione e supporto dell’attività sportiva.
La tessera federale vincola l’Atleta all’Associazione secondo quanto prescritto dalle norme emanate in materia dalla Federazione Sportiva Nazionale, e/o rispettive Federazioni Sportive Nazionali (F.S.N.), di appartenenza.
L’ammissione all’Associazione da parte dell’aspirante Socio è subordinata all’accoglimento della domanda da parte del Consiglio Direttivo, il cui giudizio è insindacabile e contro la cui decisione non è ammesso appello.
I criteri per l’ammissione degli aspiranti Soci sono i seguenti:
1) possono acquisire la qualità di Socio solo coloro i quali sono dotati di una condotta morale, civile e sportiva irreprensibile;
2) la domanda di associazione deve essere presentata al Consiglio Direttivo compilando un apposito modulo predisposto dalla Segreteria dell’Associazione;
3) non sono ammessi, a nessun titolo, Soci legati alla Associazione con carattere di temporaneità;
4) l’età minima necessaria per l’ammissione in qualità di Socio Atleta è di 3 (tre) anni. In caso di Soci Atleti minorenni la relativa domanda di associazione dovrà essere firmata e/o controfirmata dall’esercente la potestà parentale, il quale rappresenta il minore a tutti gli effetti nei confronti dell’Associazione e ne risponde personalmente verso la stessa per tutte le obbligazioni.
Tutti i Soci, hanno il dovere di difendere il buon nome dell’Associazione ed il diritto di usufruire dei servizi e delle prestazioni che l’Associazione stessa può offrire.
Tutti i soci in possesso dei prescritti requisiti possono concorrere alle cariche sociali.
I Soci cessano di appartenere all’Associazione per:
a) dimissioni volontarie o decesso: è considerato recesso anche il Socio che di fatto si allontana dalla Associazione, disinteressandosi dell’attività sociale;
b) morosità, a causa di mancato pagamento della quota sociale annua. La delibera di cancellazione è adottata dal Consiglio Direttivo. I Soci cessati per morosità possono essere riammessi previo versamento di tutte le quote annuali arretrate;
c) radiazione, deliberata dalla maggioranza assoluta dei componenti il Consiglio Direttivo, pronunciata contro il Socio che commetta azioni ritenute disonorevoli entro e fuori dell’Associazione, o che, con la sua condotta costituisca ostacolo al buon andamento, anche sportivo, dell’Associazione.
La delibera di radiazione deve essere ratificata dall’Assemblea Generale dei Soci in seduta Ordinaria. Il Socio radiato non può essere riproposto.
Infine, sarà sempre possibile prevedere ulteriori categorie di Soci quali i Benemeriti, i Sostenitori ecc., i quali parteciperanno comunque all’attività sociale dell’Associazione.

Art. 3 - ENTRATE E PATRIMONIO SOCIALE
Le entrate dell’Associazione sono costituite:
a) dalle quote sociali;
b) dai contributi e dalle elargizioni di Soci, di terzi, o Enti pubblici o privati;
c) da ogni altra entrata, anche di natura commerciale, che concorra ad incrementare il patrimonio ed i fondi sociali.
Il patrimonio sociale è costituito:
a) dai trofei aggiudicati definitivamente in gara;
b) dal materiale, attrezzi sportivi ed indumenti;
c) da tutti gli altri beni immobili e mobili appartenenti all’associazione stessa;
d) da donazioni, lasciti o successioni.
L’anno sociale e l’esercizio finanziario iniziano il 1 gennaio e terminano il 31 dicembre di ciascun anno.
Gli eventuali utili della gestione, anche commerciale, dovranno essere reinvestiti nell’ambito dell’attività istituzionale dell’Associazione. In caso di perdita, questa sarà reintegrata mediante sottoscrizione dei Soci nelle forme e nei modi che saranno di volta in volta deliberati dall’Assemblea Generale Ordinaria.

Art. 3.1 - QUOTE SOCIALI
Ogni Socio dovrà versare annualmente la quota stabilita dal Consiglio Direttivo per ogni singola categoria, nei termini da esso indicati.
I Soci che a seguito di invio scritto, non provvedano nei 15 (quindici) giorni successivi alla comunicazione al pagamento delle quote sociali scadute, saranno dichiarati, dal Consiglio Direttivo, sospesi da ogni diritto sociale.
Il protrarsi del mancato pagamento delle quote sociali scadute per oltre 60 (sessanta) giorni comporterà la cancellazione del Socio inadempiente, che sarà deliberata dal Consiglio Direttivo.

Art. 4 - ORGANI SOCIALI
Gli organi sociali sono:
a) L’Assemblea Generale dei Soci (Ordinaria e Straordinaria);
b) Il Presidente;
c) Il Consiglio Direttivo;
d) Il Collegio dei Revisori dei Conti;
e) Il Collegio dei Probiviri.

Art. 5 - ASSEMBLEA

L’Assemblea Generale dei Soci è il massimo organo deliberativo dell’Associazione ed è convocata dal Presidente in sessioni Ordinarie e Straordinarie. L’Assemblea Generale in seduta Ordinaria è convocata almeno una volta l’anno entro il mese di aprile per l’approvazione del rendiconto economico e finanziario consuntivo e preventivo.
L’Assemblea Generale in seduta Straordinaria dei Soci oltre che dal Presidente - motu proprio - e dal Consiglio Direttivo a seguito di propria deliberazione assunta con il voto favorevole della metà più uno dei propri componenti, può essere convocata su richiesta dalla maggioranza assoluta dei Soci presentando domanda al Presidente e proponendo l’ordine del giorno. In tal caso la stessa deve essere convocata entro 30 (trenta) giorni dal ricevimento della richiesta.

Art. 5.1 - PARTECIPAZIONE ALL’ASSEMBLEA
Possono partecipare all’assemblea con diritto di voto tutti i Soci maggiorenni in regola con gli obblighi associativi e che non siano soggetti a procedimenti disciplinari in corso.

Art. 5.2 - DELEGHE
Ogni Socio può farsi rappresentare da un altro Socio mediante semplice lettera di procura.
Nessun Socio può avere più di 2 (due) voti compreso il suo.

Art. 5.3 - CONVOCAZIONE
La convocazione dell’Assemblea Generale dei Soci in seduta Ordinaria e Straordinaria deve avvenire con avviso scritto da inviarsi ai Soci almeno 10 (dieci) giorni prima della data stabilita e deve contenere l’indicazione del luogo, del giorno e dell’ora della riunione, nonché gli argomenti posti all’ordine del giorno.
L’Assemblea è valida in prima convocazione quando sono presenti o rappresentati almeno la metà dei Soci. Trascorsa un’ora dalla prima convocazione, la stessa è regolarmente costituita, in seconda convocazione, qualunque sia il numero dei Soci presenti o rappresentati. Essa decide a maggioranza di voti.
Per le Assemblee Elettive, in prima quanto in seconda convocazione, è richiesta la presenza o la rappresentanza di almeno 1/3 (un terzo) dei Soci.
Le relative delibere devono essere assunte a maggioranza assoluta dei votanti.
Per le modifiche allo Statuto Sociale occorre la maggioranza qualificata di 2/3 (due terzi) dei Soci presenti o rappresentati.
Per lo scioglimento dell’Associazione, ai sensi dell’art. 13, occorre la maggioranza qualificata di 4/5 (quattro quinti) dei Soci.
L’Assemblea è presieduta dal Presidente dell’Associazione o in caso di suo impedimento dal Vice - Presidente (art. 7) o, in caso d’impedimento di questo ultimo da altro Socio o anche da persona al di fuori dell’Associazione a tal uopo eletto dall’Assemblea stessa. Il Presidente o chi ne fa le veci incarica il Segretario del Consiglio Direttivo (art. 7) di fungere da Segretario nell’Assemblea.
Le votazioni avvengono per alzata di mano o per appello nominale. Le votazioni in occasione di Assemblee Elettive avvengono con votazione segreta. Le deliberazioni dell’Assemblea, prese validamente a norma del presente Statuto, vincolano tutti i Soci ancorché assenti o dissenzienti.

Art. 5.4 - ATTRIBUZIONI DELL’ASSEMBLEA
L’Assemblea Generale dei Soci, in sede Ordinaria:
a) discute ed approva la relazione - morale - tecnica - economica e finanziaria sull’attività dell’anno sociale trascorso;
b) approva il rendiconto economico e finanziario preventivo ed il rendiconto economico e finanziario consuntivo predisposti dall’organo competente;
c) elegge, fra tutti i Soci, con votazione segreta e disgiunta, il Presidente, i componenti del Consiglio Direttivo e del Collegio dei Revisori dei Conti, che durano in carica 4 (quattro) anni e sono rieleggibili. In caso di parità di voti risulta eletto il più anziano di iscrizione all’Associazione. In caso di pari iscrizione all’Associazione, risulta eletto il più anziano di età.
d) approva i programmi dell’attività da svolgere e le relative modifiche;
e) delibera sulla ratifica delle proposte di radiazione;
f) decide sulle proposte del Consiglio Direttivo, con riferimento anche all’ammontare delle quote sociali, su quelle presentate dai Soci, nonché su ogni argomento che interessi la vita dell’Associazione.
L’Assemblea Generale dei Soci in sede Straordinaria:
a) delibera le modifiche statutarie;
b) decide su tutte le questioni che il Presidente o il Consiglio Direttivo riterrà giusto e opportuno sottoporre all’Assemblea in via Straordinaria e sulle proposte presentate dai Soci in via Straordinaria;
c) delibera sullo scioglimento dell’Associazione.
d) delibera in ordine all’integrazione degli organi sociali elettivi ove la decadenza dei membri sia tale da comprometterne la funzionalità.

Art. 6 - IL PRESIDENTE
Il Presidente ha la legale rappresentanza dell’Associazione e deve essere tesserato per la Federazione Sportiva Nazionale, e/o rispettive Federazioni Sportive Nazionali (F.S.N.), di appartenenza; sovrintende a tutta l’attività della stessa Associazione e compie tutti gli atti non espressamente riservati alla competenza dell’Assemblea, del Consiglio Direttivo, del Collegio dei Revisori dei Conti e del Collegio dei Probiviri.
Convoca e presiede l’Assemblea ed il Consiglio Direttivo.
In caso di assenza od impedimento temporaneo del Presidente, questi è sostituito dal Vice - Presidente.
Il Presidente può deliberare in via d’urgenza su materie di competenza del Consiglio Direttivo. Tali deliberazioni devono essere sottoposte a ratifica del Consiglio stesso, nella prima riunione successiva, e fra l’altro, dovrà verificare se nei casi sottoposti sussistevano gli estremi dell’urgenza tali da legittimarne l’intervento.

Art. 7 - CONSIGLIO DIRETTIVO
Il Consiglio Direttivo è composto da:
- Presidente;
- Consiglieri.
Il Consiglio Direttivo è composto da almeno n. 3 (tre) o più Consiglieri, purché in numero dispari, secondo quanto sarà deliberato di volta in volta dall'Assemblea. I Consiglieri sono eletti dall’Assemblea Generale Ordinaria dei Soci. Essi durano in carica n. 4 (quattro) anni e sono rieleggibili.
Risultano eletti i Soci che abbiano ottenuto il maggior numero di voti. Tutti i Soci, in regola con il pagamento delle quote o che non siano sottoposti ad un provvedimento disciplinare in corso di esecuzione da parte dell’Associazione o della Federazione Sportiva Nazionale, e/o rispettive Federazioni Sportive Nazionali (F.S.N.), di appartenenza, sono liberamente eleggibili quali componenti degli organi dell’Associazione. Il Consiglio Direttivo, i cui componenti dovranno tutti essere tesserati ovvero dovranno tesserarsi alla Federazione Sportiva Nazionale, e/o rispettive Federazioni Sportive Nazionali (F.S.N.), di appartenenza in qualità di dirigenti, elegge tra i propri membri il Vice - Presidente ed il Segretario dell’Associazione.
Il Consiglio Direttivo si riunisce almeno una volta ogni 2 (due) mesi su convocazione del Presidente. Esso tuttavia potrà riunirsi ogni qualvolta il Presidente lo riterrà opportuno ovvero quando ne faccia richiesta motivata la maggioranza dei Consiglieri o il Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti.
Il Presidente presiede il Consiglio Direttivo nel quale ha voto decisivo in caso di parità.
Il Vice - Presidente sostituisce il Presidente assumendone i poteri, in caso di impedimento o assenza.
Il Segretario assicura l’esecuzione di tutti gli adempimenti e decisioni deliberate dal Consiglio Direttivo.
I membri del Consiglio Direttivo in carica, al momento in cui l’Associazione cessi di far parte della Federazione Sportiva Nazionale, e/o rispettive Federazioni Sportive Nazionali (F.S.N.), di appartenenza, saranno personalmente e solidalmente responsabili per il pagamento di quanto dovuto alla Federazione stessa, e/o alle singole Federazioni.
Al Consiglio Direttivo sono devolute tutte le attribuzioni inerenti l’organizzazione e la gestione amministrativa e tecnica dell’Associazione.
Tra l’altro il Consiglio Direttivo:
a) predispone il rendiconto economico e finanziario preventivo e consuntivo da sottoporre all’Assemblea Generale Ordinaria dei Soci, la relazione annuale sull’attività sociale ed i programmi dell’attività da svolgere;
b) stabilisce la data dell’Assemblea Generale Ordinaria dei Soci, da indirsi almeno una volta l’anno e convoca l’Assemblea Generale Straordinaria dei Soci ogni qualvolta previsto dallo Statuto;
c) dà esecuzione alle delibere dell’Assemblea e cura, in genere, gli affari di ordinaria e straordinaria amministrazione;
d) emana i regolamenti interni e di attuazione del presente Statuto per l’ordinamento dell’attività sociale;
e) approva i programmi tecnici ed organizzativi dell’Associazione;
f) amministra il patrimonio sociale, gestisce l’Associazione e decide su tutte le questioni sociali che non siano di competenza dell’Assemblea;
g) stabilisce la quota sociale e le modalità di versamento all’Associazione;
h) delibera sulle proposte di radiazione da parte del Collegio dei Probiviri.
Partecipano alle riunioni del Consiglio Direttivo, su invito del Presidente, i Soci eletti in Organi Nazionali o Territoriali della Federazione Sportiva Nazionale, e/o rispettive Federazioni Sportive Nazionali (F.S.N.), di appartenenza.
E’ fatto espresso divieto all’Associazione di corrispondere compensi o onorari o qualsiasi altra forma di remunerazione, anche sotto forma di agevolazioni o facilitazioni, ai componenti di organi deliberativi e/o di controllo, per l’attività svolta all’interno dell’associazione avendo tutte le cariche sociali, carattere onorario e gratuito. I Soci così nominati avranno il diritto al rimborso delle spese effettivamente sostenute per conto e nell’interesse dell’Associazione.
In caso di mancanza, per qualsiasi causa, di 1 (uno) o più componenti del Consiglio Direttivo in numero inferiore alla metà, la sostituzione avviene per surroga secondo l’ordine della graduatoria personale verificatasi nell’elezione assembleare, purché detti sostituti abbiano riportato almeno il 50% (cinquanta percento) dei voti attribuiti all’ultimo degli eletti.
Qualora vengano a mancare tali presupposti il Presidente ed il Consiglio Direttivo non decadono e dovranno provvedere al reintegro, per elezione a maggioranza dei voti, dei Consiglieri mancanti, nella prima Assemblea Ordinaria utile. I Consiglieri così eletti durano in carica fino alla scadenza naturale dei Consiglieri sostituiti.
Le dimissioni del Presidente dell’Associazione o della metà più 1 (uno) dei componenti il Consiglio Direttivo, anche non contemporanee, comportano la decadenza di tutto il Consiglio e la convocazione, nel termine improrogabile di 30 (trenta) giorni, dell’Assemblea Generale Ordinaria dei Soci per le nuove elezioni, da effettuarsi al massimo entro i successivi 15 (quindici) giorni. Rimane in carica solo il Presidente per l’ordinaria amministrazione sino allo svolgimento della predetta Assemblea Generale Ordinaria dei Soci.
In caso di impedimento definitivo del Presidente decade l’intero Consiglio Direttivo. Il Vice - Presidente, o il Consigliere più anziano di carica, assume l’incarico dell’ordinaria amministrazione e procede alla convocazione, nel termine improrogabile di 30 (trenta) giorni dall’evento, della prescritta Assemblea Generale Ordinaria dei Soci da effettuarsi al massimo entro i successivi 15 (quindici) giorni, nel corso della quale si provvede al rinnovo delle cariche.
Qualora l’Assemblea Generale Ordinaria dei Soci non approvi il bilancio con il voto contrario di almeno i 2/3 (due terzi) dei presenti o rappresentati, il Presidente e l’intero Consiglio decadono. Il Presidente rimane in carica per l’ordinaria amministrazione sino alla riunione dell’Assemblea Generale Straordinaria dei Soci che deve essere convocata, a cura del Presidente stesso, nel termine improrogabile di 30 (trenta) giorni dalla data di decadenza e da effettuarsi al massimo entro i successivi 15 (quindici) giorni.

Art. 8 - COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI
Il Collegio dei Revisori dei Conti è composto dal Presidente, da 2 (due) membri effettivi ed 1 (uno) supplente che vengono eletti fra i Soci dall’Assemblea Generale Ordinaria nella medesima seduta in cui viene eletto il Consiglio Direttivo. Essi durano in carica 4 (quattro) anni e sono rieleggibili.
Risultano eletti coloro i quali riportano il maggior numero di voti. I primi 3 (tre) della graduatoria sono nominati effettivi. Il quarto della graduatoria è nominato supplente.
In caso di impedimento definitivo di un componente effettivo del Collegio subentra il revisore supplente, il quale durerà in carica sino alla scadenza naturale del componente sostituito.
Il Collegio dei Revisori dei Conti assiste di diritto, con voto consultivo, alle riunioni del Consiglio Direttivo.
In caso di dimissioni o decadenza dell’intero Consiglio Direttivo, il Collegio dei Revisori dei Conti rimane in carica sino alla scadenza naturale di tutte le cariche sociali.
Il Collegio esercita la vigilanza sull’amministrazione dell’Associazione ed appronta la relazione che correda il conto consuntivo da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea Generale Ordinaria dei Soci.
Deve inoltre vigilare sull’osservanza dello Statuto e delle altre norme regolamentari o di legge.
Il Collegio dei Revisori dei Conti svolge, nelle Assemblee, il compito della verifica dei poteri e funge da commissione di scrutinio per le votazioni.

Art. 9 - APPROVAZIONE BILANCIO
L’anno sociale e l’esercizio finanziario decorrono dal 1° gennaio al 31 dicembre. Entro quattro mesi dalla chiusura di ogni esercizio finanziario il Consiglio Direttivo procede alla convocazione dell’Assemblea Generale Ordinaria dei Soci per sottoporre all’approvazione il rendiconto economico e finanziario consuntivo afferente il passato anno sociale e il rendiconto economico e finanziario preventivo per l’anno sociale in corso.
E’ fatto espresso divieto di distribuire, anche in modo indiretto, durante la vita dell’Associazione, utili o avanzi di gestione, ovvero fondi sociali allocati nella situazione patrimoniale dell’associazione o riserve o altre poste di capitale netto.
Il divieto di cui al comma che precede non si applica nel caso la destinazione o distribuzione di utili, avanzi, fondi o riserve sia effettuata in ottemperanza ad un obbligo di legge.
Eventuali poste attive dovranno comunque essere reinvestite nell’attività sociale.
I rendiconti economici finanziari consuntivi e preventivi debbono restare depositati presso la sede dell’Associazione nei 15 (quindici) giorni che precedono l’Assemblea convocata per la loro approvazione a disposizione di tutti coloro che abbiano interesse alla loro consultazione.

Art. 10 - INCOMPATIBILITA’
Le cariche di componente di organi direttivi ovvero di controllo sono incompatibili con gli incarichi di tecnico e/o istruttore sociale, qualora dette incompatibilità vengano espressamente ed esplicitamente dichiarate nelle norme dello Statuto e dei Regolamenti della Federazione Sportiva Nazionale, e/o rispettive Federazioni Sportive Nazionali (F.S.N.), di appartenenza, salvo deroghe previste e/o concesse dai competenti organi federali.
La funzione di Revisore dei Conti è incompatibile con qualunque altra carica, comprese quelle tecniche.
Il Presidente in carica non potrà ricoprire cariche analoghe in altre associazioni, ovvero in società affiliate alla medesima Federazione Sportiva Nazionale di appartenenza, che partecipano alle stesse attività agonistiche previste dal calendario ufficiale delle gare.

Art. 11 - CLAUSOLA COMPROMISSORIA
I Soci si impegnano ad osservare lo Statuto ed i Regolamenti Societari e della Federazione Sportiva Nazionale, e/o rispettive Federazioni Sportive Nazionali (F.S.N.), di appartenenza, le deliberazioni e le decisioni degli organi federali, le normative e direttive emanate dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano (C.O.N.I.) nonché dagli Enti ad esso collegati.
I Soci si impegnano altresì, a non adire le vie legali per eventuali divergenze che dovessero sorgere fra i Soci stessi in relazione alle attività societarie o nei confronti dell’Associazione.
Tutte le controversie fra l’Associazione ed i Soci e fra i Soci stessi sono sottoposti al giudizio del Collegio dei Probiviri.

Art. 12 - COLLEGIO DEI PROBIVIRI

Tutte le controversie fra l’Associazione ed i Soci e fra i Soci stessi sono sottoposte al giudizio del Collegio dei Probiviri costituito da 3 (tre) componenti, di cui 2 (due) scelti dalle parti interessate ed un terzo di comprovata competenza e probità, che assume la Presidenza, nominato dal Consiglio Direttivo al di fuori dei membri del Consiglio stesso.
Al Collegio dei Probiviri che svolge funzione di collegio arbitrale irrituale e decide secondo equità, sono demandati i più ampi poteri istruttori e decisionali. La mancata accettazione e/o esecuzione del lodo comporterà, per il Socio inadempiente, la sanzione della radiazione.

Art. 13 - SCIOGLIMENTO DELL’ASSOCIAZIONE
Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato dall’Assemblea Generale dei Soci, convocata in seduta Straordinaria, con l’approvazione, sia in prima che in seconda convocazione, di almeno i 4/5 (quattro quinti) dei Soci esprimenti il solo voto personale, con esclusione delle deleghe.
Così pure la richiesta dell’Assemblea Generale Straordinaria da parte dei Soci avente per oggetto lo scioglimento della Associazione deve esser presentata da almeno 4/5 (quattro quinti) dei Soci, con esclusione delle deleghe.
In caso di scioglimento dell’Associazione, la stessa Assemblea Generale Straordinaria dei Soci delibera sul patrimonio sociale che può essere:
a) devoluto alla Federazione Sportiva Nazionale, e/o equamente fra le rispettive Federazioni Sportive Nazionali (F.S.N.), di appartenenza o ad altra associazione con finalità analoghe;
b) destinato comunque a finalità sportive.
L’obbligo di devoluzione del patrimonio sociale a soggetti o per scopi diversi di quelli ai punti a) e b) del comma che precede non si applica nel caso tale devoluzione sia effettuata in ottemperanza ad un obbligo di legge.
Copia del verbale dell’Assemblea Generale Straordinaria concernente lo scioglimento dell’Associazione e della situazione patrimoniale approvata dalla suddetta Assemblea, deve essere inviato per conoscenza alla Federazione Sportiva Nazionale, e/o rispettive Federazioni Sportive Nazionali (F.S.N.), alla quale, e/o alle quali, è affiliata.
Eventuali beni in uso e non di proprietà dovranno essere restituiti agli organismi di appartenenza.

Art. 14 - NORME INTEGRATIVE
Per quanto non previsto nel presente Statuto, si applicano, in quanto compatibili, le disposizioni dello Statuto e dei Regolamenti della Federazione Sportiva Nazionale, e/o rispettive Federazioni Sportive Nazionali (F.S.N.), di appartenenza e in subordine le norme degli artt. 36 e seguenti del Codice Civile. Su espresso mandato assembleare si dichiara come integralmente recepita ed approvata ogni variazione che le Federazioni Sportive Nazionali (F.S.N.) alle quali l’Associazione è affiliata o il Comitato Olimpico Nazionale Italiano (C.O.N.I.) nonché gli Enti ad esso collegati possano apportare in futuro ai loro Statuti ed ai Regolamenti, nella certezza che detta variazione è in armonia con le vigenti leggi dello Stato. Il presente Statuto approvato dall’Assemblea Generale Straordinaria dei Soci, appositamente convocata il 10 luglio 2013  deve  essere osservato  come  atto  fondamentale e sostituisce ed annulla ogni altro precedente Statuto dell’Associazione nonché ogni altra norma regolamentare della Associazione in contrasto con esso, ed entra in vigore il 15 luglio 2013 e sarà sottoposto all’approvazione della Federazione Sportiva Nazionale, e/o rispettive Federazioni Sportive Nazionali (F.S.N.), di appartenenza.
Eventuali modifiche apportate al presente Statuto dovranno essere comunicate entro 30 (trenta) giorni dalla data di effettuazione dell’Assemblea Generale Straordinaria dei Soci alla Federazione Sportiva Nazionale, e/o rispettive Federazioni Sportive Nazionali (F.S.N.), di appartenenza per la loro approvazione, pena la decadenza.
Commenti
Cerca
Solo gli utenti registrati possono inviare commenti!

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

Ultimo aggiornamento ( venerdě 13 dicembre 2013 )
 
Summer Gym Camps Academy 2017
summer_gym_camp
Summer Gym Camps Academy 2017
Ginnaste - Vite Parallele
 ginnaste_vite_parallele



Danza e Arti Marziali
 danza.jpg

Danza e Arti di
Espressione Corporea

 aikibudo.jpg

 Aikibudo

 karate.jpg

 Karate

 difesa.jpg

 Difesa Personale

ed inoltre

Educazione Motoria
e Psicomotricità


Ginnastica Medica
e Riabilitativa


Trampolino Elastico

Sport Acrobatici

Parkour

Arti Marziali

Pesistica
e Cultura Fisica


Salute e Fitness

Avant Garde du Mans
 agm_logo
 Avant Garde du Mans
Nihon Koryu Bujutsu Renmei
nihonkoryubujutsurenmei  
Wado-ryu Jujutsu Kenpo
 wado.gif
Club Gimnŕstic Osona
 club_gimnstic_osona_-_logo
NonSoloFitness
nonsolofitness
Menu principale
Home
 
P.I. e C.F. 01708370448
via Gianna Manzini, 2
63074 San Benedetto del Tr. (AP)
(C) 2017 World Sporting Academy Sport Science School